I tappeti elastici per bambini: consigli per gli acquisti

I tappeti elastici per bambini sono tra i giochi più amati dai piccoli, che hanno la possibilità di usarli per divertirsi in qualsiasi periodo dell’anno: non solo in primavera e in estate, quando questi attrezzi possono essere collocati all’aria aperta, in giardino o in cortile, ma anche in autunno e in inverno, a patto che si possa contare su locali coperti dotati di un soffitto abbastanza alto.

Per essere certi di evitare infortuni o inconvenienti di altro tipo, è necessario in generale mantenere una distanza di non meno di un metro e mezzo da qualsiasi possibile ostacolo, che si tratti di una parete, di un albero, di una staccionata o di qualsiasi altro oggetto che si possa trovare nei pressi del punto in cui il tappeto viene collocato. Per quel che riguarda lo spazio in verticale, invece, un soffitto alto almeno sei metri dà tutte le garanzie di cui si ha bisogno.

In commercio si possono trovare tappeti elastici per bambini di vari formati e di dimensioni differenti: possono essere sia rotondi che rettangolari, ma non ci sono motivi specifici per privilegiare l’una o l’altra soluzione. Insomma, qualunque sia il perimetro, l’importante è che il prodotto sia realizzato secondo le norme Ue. La struttura dovrebbe essere in acciaio: il che vuol dire che il tappeto sarà piuttosto pesante, ma si tratta di una caratteristica importante che consente di mantenerne la stabilità e la tenuta con il passare del tempo. Il telo, invece, di solito è in polipropilene, un materiale plastico, ma nei prodotti più moderni e più costosi può essere di tessuto, e in particolare realizzato con una tecnologia francese che prende il nome di Precontraint. In tutti e due i casi, comunque, è progettato per sostenere tensioni e sollecitazioni molto consistenti e per offrire la resistenza più elevata di cui si possa aver bisogno.